Non solo Harry e Meghan, chi altro nella famiglia reale “si è dimesso” dagli affari pubblici

Negli ultimi cento anni di storia, la Casa Reale britannica è sopravvissuta a diversi divorzi dolorosi e allontanamenti rancorosi, tra cui anche l’abdicazione di un Monarca

Solitamente è il divorzio a separare un Reale della casa Windsor dai suoi doveri ufficiali. Sono infatti diversi i membri della famiglia Reale del Regno Unito, la più famosa al mondo, ad aver lasciato matrimonio e Casato per seguire l’amore, suscitando grande scandalo.

Così almeno è stato spesso in epoca moderna, dallo zio della Regina Elisabetta, Edoardo VIII, citato dal Principe Harry nella nota in cui lui e Meghan hanno dato “le dimissioni” da Senior Royals, alla madre di Harry, la “principessa del popolo”, Diana Spencer, eccezione fatta per il marito della Regina, l’ultra-novantenne Principe Filippo, che per ragioni di salute e di anzianità decise di lasciare i suoi incarichi pubblici nel 2017 (con il pieno sostegno di Sua Maestà).

Principessa Diana

Il ricordo della madre di Harry e William è avvolto nel mistero e nella disgrazia della sua fine, avvenuta in un incidente stradale il 31 agosto 1997 a Parigi, che sprigionò fiumi di parole e di lacrime. Detta la “principessa del popolo”, Diana – moglie di Carlo, Principe di Galles – era amatissima dal popolo britannico che vedeva in lei una persona spontanea e semplice, seppur tormentata dal matrimonio che aveva contratto con Carlo e con la Famiglia Reale.

Matrimonio ufficialmente terminato con il divorzio nel 1996, con il quale Diana perse anche il titolo “Her Royal Highness”, ovvero “Sua altezza Reale”. Ma era già dal 1993, un anno dopo la separazione tra i due, che Diana aveva cominciato a ricoprire un ruolo minore all’interno della famiglia Reale, rinunciando a gran parte dei suoi compiti ufficiali, in particolare la sua attività benefica.

A differenza di Harry, Diana non rientrava nella linea di successione al trono, essendo entrata nella famiglia Reale tramite il suo matrimonio con Carlo, nonostante fosse comunque di origini aristocratiche, essendo la figlia minore dell’ottavo conte Spencer. I suoi figli – Harry appunto e William – continuarono a far parte della famiglia Reale dopo il divorzio.

Re Edoardo VIII

Flickr / Il Re Edoardo VIII e Mrs. Simpson in vacanza in Yugoslavia

L’esempio citato da Harry nella nota con la quale ha annunciato le “dimissioni” è quello di Re Edoardo VIII, zio della Regina Elisabetta II e figlio di Re Giorgio V, monarca dal 1910 al 1936. Come Harry, anche Edoardo VIII sposò una donna americana, Wallis Simpson, che, come Meghan Markle, era già stata sposata in precedenza (due volte, a differenza di Meghan che ha un solo matrimonio alle spalle).

La proposta di matrimonio, avvenuta pochi mesi dopo essere diventato Re (altra differenza con Harry) dopo la morte di suo padre nel 1936, non piacque né alla monarchia, né al Governo britannico, presieduto dal politico conservatore Stanley Baldwin, perché in contraddizione con le consuetudini del tempo e con il dogma religioso. Una contraddizione, la seconda, resa insostenibile dal fatto che, in quanto Re, Edoardo era per diritto anche capo della Chiesa anglicana.

Edoardo – passato alla storia anche come interlocutore di Adolf Hitler – pure di evitare uno strappo con il governo e con il Paese decise di fare l’impensabile, abdicando al trono a favore di suo fratello, il Principe Alberto (Re Giorgio VI) diventando il primo e unico monarca britannico ad aver volontariamente rinunciato al trono.

Il Principe Andrea

EPA/FACUNDO ARRIZABALAGA/ Il Principe Andrea e la Regina Elisabetta

Investito dallo scandalo a causa della sua frequentazione con Jeffrey Epstein – il miliardario americano morto suicida in carcere dopo essere stato accusato di abusi sessuali su ragazze minorenni – il principe Andrea è l’altro Reale ad aver “abdicato” alle proprie funzioni nell’ultimo anno. (Quest’anno entrambi non erano presenti tra le fotografie di famiglia che fanno da cornice al messaggio natalizio della Regina).

Il Principe, accusato di aver avuto rapporti con una donna, Virginia Roberts Giuffre, quando lei aveva 17 anni, aveva tentato di chiarire la sua amicizia con il finanziare americano Epstein in un’intervista alla BBC del 16 novembre che però non ha fatto altro che peggiorare la sua situazione “costringendolo” – a differenza di Henry – ad auto-sospendersi dai suoi doveri pubblici.

Una sorte che era toccata in precedenza alla sua ex-moglie, Sarah Ferguson (detta “Fergie”). Dopo il divorzio avvenuto tra i due nel 1996, “Fergie” fu allontanata dalla famiglia Reale e dovette rinunciare ai suoi incarichi ufficiali. A differenza della principessa Diana però, rimase in buoni rapporti con l’ex marito, prendendo anche le sue difese durante lo scandalo Epstein.

Foto di copertina: Flickr

Leggi anche: