Caso Gregoretti, Casellati nella bufera. E Salvini non la aiuta: «Le ho parlato due volte» a poche ore dal voto delle polemiche

L’intervento della presidente del Senato ha evitato il rinvio del voto sul caso Gregoretti, scatenando le proteste di Pd e M5s

Davanti agli attacchi a raffica che stanno colpendo la presidente del Senato Elisabetta Casellati, l’ultimo intervento di Matteo Salvini non sembra proprio di aiuto. Sulla seconda carica dello Stato si è scatenata la polemica da parte della maggioranza giallo-rossa, dopo il suo voto decisivo che ha evitato il rinvio del voto della giunta per le autorizzazioni di palazzo Madama sul caso Gregoretti.

Casellati si è difesa dicendo che ha solo voluto evitare un blocco dei lavori del Senato, che non aveva alcuna intenzione di favorire il leader della Lega, che con un via libera al processo a Catania a pochi giorni dal voto delle Regionali potrebbe trarre giovamento elettorale. Un distacco però che scricchiola ancora di più dopo l’ammissione dello stesso Salvini in un’intervista al Corriere della sera che l’ha incontrata a poche ore dal voto che ha scatenato le polemiche: «Ho parlato con la presidente prima e dopo il convegno, a cui lei è venuta a portare il suo saluto – quello sull’antisemitismo organizzato dalla Lega al Senato – Ma abbiamo affrontato esclusivamente il tema della lotta all’antisemitismo». Sarà, intanto lunedì ci sarà il voto della giunta e il caso Gregoretti inevitabilmente terrà banco ancora a lungo.

Leggi anche: