Torino, scritta «Jude» e stella di David sulla porta di casa del medico Marcello Segre

«Svilita comunità piemontese», ha dichiarato la vittima dell’episodio

Un altro episodio di antisemitismo a Torino. Una stella di David è stata tracciata sulla porta di casa di Marcello Segre, una figura molto conosciuta nel mondo del volontariato subalpino. Sull’accaduto la Digos ha avviato degli accertamenti.

L’episodio è il terzo delle ultime settimane dopo quello di Mondovi, e della scritta «crepa sporca ebrea» sull’abitazione di una donna di origini ebree, figlia di una staffetta partigiana.

«Rammarico per gesti che sviliscono il valore di una comunità civile come quella piemontese, da sempre inclusiva e lontana da derive antisemite», ha commentato Marcello Segre.

Foto di copertina: 6000 Sardine | Stando a un comunicato ufficiale delle Sardine, Marcello Segre era stato vicino alle loro manifestazioni. Il movimento scrive: «Siamo vicini a Marcello e siamo sicuri che questo episodio lo rafforzerà ancora di più nei suoi ideali di solidarietà e pace»

Leggi anche: