«Luca Varani sei il mio mito»: Lucia Annibali attaccata sui social

«Onore e grazie a Luca, hai fatto il tuo dovere da uomo», ha scritto un utente riferendosi all’ex fidanzato della deputata che l’ha sfregiata con l’acido nel 2013

Dopo che la maggioranza ha respinto il lodo che porta il suo nome sul rinvio di un anno dell’entrata in vigore della riforma Bonafede, Lucia Annibali, deputata di Italia Viva, è stata insultata e attaccata sui social.


«Luca Varani sei il mio mito. Onore e grazie a Luca Varani, hai fatto il tuo dovere da uomo per una misera infame», ha scritto un utente di Facebook facendo riferimento all’ex fidanzato dalla deputata responsabile di averla sfregiata con l’acido nel 2013.

Pronta la risposta dell’avvocata che ha replicato agli attacchi: «Questo è un classico esempio di quanto subiscono le donne che si espongono pubblicamente con le loro idee: insulti sessisti, minacce, violenza verbale. Nel mio caso, la mia vicenda personale usata come un’arma di offesa con l’intento preciso di limitare la mia libertà d’espressione. Stia pur certo il signore, che ovviamente non ci mette la faccia, che non mi lascerò intimidire né da lui né da nessun altro».

Solidarietà è subito arrivata dal segretario di Italia Viva, Matteo Renzi che su Twitter ha condannato quanto accaduto: «Attaccare Lucia Annibali per la violenza che le hanno fatto è una vergogna senza fine. SCHIFO».

«Lei si chiama Lucia Annibali. È una donna, fa l’avvocato, è una bravissima parlamentare. Sta facendo una dura campagna per modificare la legge sulla Prescrizione. I professionisti dell’odio non rispondono sui contenuti, ma la attaccano esaltando, citandolo per nome e cognome, l’uomo che anni fa le ha gettato acido sul volto, sfregiandola. Mi fanno schifo», ha ribadito poi su Facebook l’ex premier.

«Spero che tutti i parlamentari – comunque la pensino sulla prescrizione, anche quelli che non sono d’accordo con la Annibali – e le persone perbene siano a fianco di Lucia, del suo dolore, della sua intelligenza. Noi siamo con la Annibali. E contro questi meschini profeti dell’odio. Ti vogliamo bene Lucia», conclude il leader di Italia Viva.

Anche il premier Giuseppe Conte ha offerto la sua solidarietà alla deputata. «Cara Lucia – scrive il presidente del Consiglio su Facebook – ti rivolgo un pensiero d’affetto, un caloroso abbraccio – mio personale e dell’intero Governo – per i vergognosi insulti che ti hanno indirizzato sul web. Lavoriamo tutti insieme per affermare la cultura del rispetto e per combattere la violenza, anche solo delle parole».

Parole a cui hanno fatto eco quelle del capo politico del M5S, Vito Crimi: «Le offese rivolte alla deputata Lucia Annibali sono vergognose e ingiustificabili. Non possiamo ammettere una tale disumanità. A nome mio e di tutto il M5S le esprimo totale solidarietà».

Leggi anche: