Coronavirus, tutte le notizie della notte: oltre 1500 morti e 65mila contagiati. Primo caso in Africa. Niccolò in volo verso l’Italia

Niccolò è in viaggio verso casa. Sarà portato allo Spallanzani e messo in quarantena. Si aggrava il bilancio: oltre 1500 decessi, muoiono anche i medici in corsia. Primo caso di contagio in Africa

Niccolò ha lasciato l’Hubei e sta tornando a casa. Al terzo tentativo, lo studente italiano di 17 anni, bloccato a Wuhan per il suo stato febbricitante, è riuscito ad avere il nullaosta dalle autorità cinesi dopo aver superato i controlli medici. È atteso per oggi a Roma il rientro del volo militare italiano con a bordo il giovane incubato per scongiurare qualunque rischio di contagio. Una volta sbarcato sarà subito trasportato all’ospedale Spallanzani della Capitale dove sarà messo in quarantena.

Intanto, continua ad aggravarsi giorno dopo giorno il bilancio delle vittime affette da Coronavirus. Le persone che hanno perso la vita sono oltre 1.500, dopo che ieri si sono contati altri 139 decessi, sempre nella provincia dello Hubei, focolaio dell’epidemia. Sconcerto anche per i medici che stanno morendo in corsia, mentre si prendono cura delle migliaia di pazienti: ieri a Wuhan sono morti sei camici bianchi. In totale, sarebbero 1760 i sanitari risultati positivi al virus.

Si allarga anche il contagio: nella sola giornata di ieri si contano 2420 nuovi casi. Considerando la sola provincia dello Hubei, il numero totale dei contagiati sale così a quota 54.406. Mentre a livello mondiale il numero di persone risultate positive supera ormai le 65mila. Lo rendono noto le autorità di Pechino che hanno ordinato la quarantena di 14 giorni per chiunque torni in città. E un primo caso è stato rilevato anche in Africa: le autorità egiziane hanno annunciato di aver registrato il primo paziente affetto dalla malattia Covid-19.

EPA/KCNA

Leggi anche: