Coronavirus, altri 139 morti in provincia di Hubei. 2420 nuovi contagi

Le autorità di Pechino hanno ordinato la quarantena di 14 giorni per chiunque torni in città

Altre 139 persone sono morte a causa del Coronavirus nella provincia di Hubei. Mentre sono stati registrati altri 2.420 casi di contagio. Lo hanno reso noto le autorità di Pechino. Nella sola provincia di Hubei, il totale dei casi di coronavirus è così salito a quota 54.406. Mentre nel mondo il numero di persone risultate positive supera i 65mila.

Sempre per quanto riguarda la Cina, le autorità di Pechino hanno ordinato la quarantena di 14 giorni per chiunque torni in città, e hanno minacciato ritorsioni per chi non rispetta l’isolamento. Per il periodo di quarantena si potrà scegliere tra centri appositi o la propria abitazione.

In Cina inoltre è stato lanciato l’allarme di un alto contagio tra gli operatori sanitari. Sarebbero 1760 i sanitari risultati positivi al virus. Secondo il New York Times, medici e infermieri in Cina devono adottare misure di fortuna per proteggersi di fronte alla carenza di abiti protettivi, guanti e maschere.

Intanto è stato confermato il primo caso di contagio in Africa. Si tratta di una persona straniera che era stata messa in isolamento in ospedale. Sta tornando in Italia, invece, il 17enne di Grado bloccato a Wuhan perché per due volte gli è stata riscontrata la febbre al momento della partenza.

Niccolò, risultato negativo ai test per il coronavirus, dovrebbe arrivare in mattinata a Pratica di Mare, dopo di che lo attendono due settimane di isolamento allo Spallanzani. Attualmente in Italia sono tre le persone risultate positive al coronavirus. Si tratta dei due turisti cinesi che si trovano in terapia intensiva e di un 29enne italiano in «buone condizioni».

Leggi anche: