Coronavirus, un morto in Francia. È il primo caso fuori dall’Asia

A comunicarlo è stata la ministra della Salute Francese Agnes Buzyn. Si tratta di un turista di 80 anni, originario della provincia di Hubei, epicentro dell’epidemia di coronavirus

La ministra francese alla Salute, Agnes Buzyn, ha annunciato stamane, 15 febbraio, il primo decesso legato a un’infezione polmonare correlata a Coronavirus in Francia. Si tratta di un uomo cinese di 80 anni. È il primo caso di decesso fuori dal territorio asiatico. La ministra Buzyn ha specificato che la vittima «era un turista cinese della provincia di Hubei (epicentro dell’epidemia del coronavirus, ndr), arrivato in Francia il 16 gennaio». L’uomo era stato ricoverato in isolamento all’ospedale Bichat il 25 gennaio scorso. 


Malgrado siano stati seguiti tutti i protocolli medico-sanitari, le condizioni dell’uomo sono «rapidamente peggiorate, ed è stato ricoverato in condizioni critiche per diversi giorni, curato in terapia intensiva, sino al momento del decesso», ha chiosato infine la ministra Agnes Buzyn. Parallelamente continua a salire il bilancio delle vittime colpite da coronavirus: sono infatti oltre 1.500 i decessi registrati complessivamente dall’inizio dell’epidemia. Nella sola giornata di ieri, 14 febbraio, sono stati registrate ulteriori 139 morti correlate al coronavirus nella sola provincia di Hubei, epicentro dell’epidemia.

Al contempo, destano gran preoccupazione le condizioni dei camici bianchi e degli operatori sanitari che stanno operando negli ospedali cinesi per curare i pazienti colpiti dal Covid19. Complessivamente si sono registrati circa 1.760 contagi di coronavirus tra il personale medico-sanitario e, solo nella giornata di ieri, la morte di sei medici nella città di Wuhan.

Leggi anche:

Foto copertina: La ministra francese alla Salute Agnes Buzyn