Diamond Princess, gli italiani bloccati a bordo potrebbero essere rimpatriati con un volo

Gli italiani a bordo sono 35. Nessuno di loro avrebbe il coronavirus

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il commissario straordinario Angelo Borrelli starebbero valutando la possibilità di realizzare un volo di rimpatrio per i 35 italiani bloccati sulla nave da crociera Diamond Princess in Giappone. Da quanto apprende l’Ansa da fonti diplomatiche, i due ne avrebbero discusso nelle ultime ore. Nella giornata di oggi, 15 febbraio, sono stati registrati altri 67 nuovi casi di coronavirus (SARS-CoV-2) a bordo della nave, in quarantena ormai dall’inizio del mese con 3.600 persone a bordo.


A dare la notizia è stato il ministro della Salute di Tokyo, Katsunobu Kato. In tutto, i casi a bordo sono 285. Di Maio aveva già dichiarato nelle scorse ore che «l’unità di crisi sta sentendo gli italiani a bordo della nave» e che «dalle autorità si sa che nessuno di loro mostra sintomi del coronavirus. Nelle prossime ore valuteremo tutte le possibilità e le eventuali azioni da intraprendere».

Leggi anche: