«Le SS non erano criminali»: saluti fascisti e croce celtica a un concerto ad Abissola

La band ha suonato in una birreria, finendo il concerto con il saluto romano. Il referente di CasaPound si è poi complimentato per la performance

Una bandiera con la croce celtica, saluti romani dal palco, canzoni nostalgiche e esaltazioni di organizzazioni neofasciste come Ordine Nuovo. E poi frasi come questa: «Pensano che le SS e i nazisti fossero dei criminali: no, erano dei soldati che combattevano per un’idea».


È questa l’atmosfera che si respirava al concerto dei Feanor, gruppo musicale dell’associazione culturale Lorien di Milano, che si occupa di valorizzare la musica alternativa di destra, andato in scena lo scorso 26 gennaio al Ristopub Birreria N 7 di Abissola Marina, in provincia di Savona.

A denunciare l’accaduto ieri, 17 febbraio, è stata la pagina Facebook dell’Assemblea Antifascista e Antirazzista di Villapiana, che ha raccontato la serata allegando foto e screen del video su YouTube caricato dopo il concerto (e al momento non più disponibile).

«L’Assemblea antifascista e antirazzista di Villapiana è venuta a conoscenza dell’accaduto solo oggi – scrivono nel post – ed esprime sconcerto e preoccupazione, appena mitigati dalla constatazione che la partecipazione all’evento è stata assai ridotta: una dozzina di nostalgici facenti capo per lo più a CasaPound».

E proprio dell’esponente di CasaPound di Savona, Dario Cigliutti, è il commento lasciato sotto il video della serata: «Grazie per la bellissima serata».

Screen dalla pagina Villapiana Antifascista e Antirazzista

«A questo punto – scrivono ancora dall’Assemblea Antifascista – per chiarire ogni dubbio, pretendiamo che i proprietari della Birreria N.7 si pronuncino pubblicamente sull’accaduto».

Leggi anche:

Immagine di copertina: profilo Facebook di Villapiana Antifascista e Antirazzista