Coronavirus, Marchisio sulla foto dell’infermiera stremata: «A te che sei uscito dalla zona rossa, non ti senti una m***a?»

L’ex centrocampista bianconero non risparmia forti critiche agli atteggiamenti irresponsabili di chi ha violato le misure previste dal nuovo decreto

Un attacco durissimo a tutti coloro usciti dalla zona rossa. È quello arrivato dall’ex bianconero Claudio Marchisio che tramite il suo profilo Instagram ha condannato duramente il gesto di coloro che hanno voluto violare le misure previste per il contenimento del Coronavirus.

«A te che sei uscito dalla zona rossa, perchè tanto che vuoi che succeda, quando guardi questa foto, non ti senti una m****?», scrive sul suo profilo l’ex centrocampista sotto la foto di un’infermiera crollata al termine del turno di lavoro, per contestare gli atteggiamenti irresponsabili di chi viola divieti e disposizioni di restare a casa.

«A te che la scuola è chiusa quindi stasera esco con gli amici – prosegue Marchisio – A te che non riesci a rinunciare ad una sciata. A te che ormai ho organizzato quindi ci vado. Quando guardi questa fotografia, non ti senti una m****? #iorestoacasa». Una presa di posizione forte e chiara che qualche giorno fa era arrivata da un altro bianconero: Federico Bernardeschi.

«Abbiamo chiuso i porti a chiunque, rintanandoci nella nostra fedele cerchia…Abbiamo fatto morire donne e bambini, perché prima veniva la nostra sicurezza, la nostra ricchezza e poi le loro vite. E adesso siamo noi gli emarginati, siamo noi ad essere discriminati e cacciati, rinchiusi tra i confini di un Paese che soffre».

«Quando tutto questo finirà, ricordiamoci di questi giorni, di questa sofferenza, di questa isteria che ci ha trasformato in animali mossi solo dall’istinto di sopravvivenza, senza ragione, senza rispetto per nessuno – aveva scritto il calciatore -. Ricordiamocelo poi, di come ci trasformano disperazione e paura di morire. Ricordiamocelo quando ad aver paura sarà qualcun altro, che chiede aiuto».

Il parere degli esperti

Leggi anche: