Coronavirus: a Cremona allestito il primo ospedale da campo – Il video

Il materiale della struttura è arrivato grazie a una donazione della Onlus americana Samaritan’s Purse

Sarà operativo da domani, 20 marzo, l’ospedale da campo allestito a Cremona per l’emergenza Coronavirus. Il materiale della struttura con sessanta posti letto, di cui otto in terapia intensiva, è stato donato dalla Onlus americana Samaritan’s Purse. In totale le tende saranno sette, a cui si aggiungerà una unità per il triage e l’accoglienza dei pazienti. Il materiale è arrivato dagli Stati Uniti il 17 marzo con un volo atterrato all’aeroporto Catullo di Verona.

L’area di Cremona è una delle zone più colpite dal contagio con 2167 casi positivi. «A regime la struttura, composta da 15 tende, avrà 60 posti letto, di cui 8 in terapia intensiva e 60 operatori fra medici di primo e secondo livello e sanitari», ha spiegato il dottor Kelly Suther, direttore sanitario della struttura messa a disposizione da Samaritan’s Purse.

Inizialmente è prevista l’apertura della «metà dei letti. Parte del personale è già qui» con farmaci e attrezzature – respiratori, ossigeno, apparecchiature per le radiografie e un laboratorio di supporto e quant’altro – mentre il resto «arriverà nel weekend» con un secondo volo proveniente dagli Stati Uniti.

Molti dei dottori esperti e del personale dell’organizzazione, ha spiegato Suther , «sono già stati in situazioni di emergenza in giro per il mondo come è accaduto per l’ebola in Congo. Situazione, questa che ha portato a creare un protocollo di sicurezza ben preciso da applicare a pazienti e agli operatori». Quanto al motivo per cui la Ong ha scelto di dare una mano all’Italia, Kelly Suter ha detto: «Perché è una delle nazioni più duramente colpite dal coronavirus».

Il parere degli esperti:

Leggi anche: