Coronavirus, Messi e compagni trovano l’accordo sugli stipendi: il Barcellona taglia il 70% fino alla fine dell’emergenza

Dopo giorni di polemiche in cui alcuni calciatori avevano fatto ostruzionismo alla misura proposta del club, il capitano spiega le motivazioni del ritardo nel raggiungimento dell’accordo

Alla fine la soluzione è stata trovata. Leo Messi, la bandiera del Barcellona, ha preso parola e ha annunciato che l’accordo con la società è stato siglato: i calciatori blaugrana hanno accettato un taglio degli stipendi del 70% fino a quando la Spagna non uscirà dallo stato di crisi dovuto al Coronavirus. «Vogliamo chiarire che la nostra volontà è sempre stata quella di applicare un ribasso degli stipendi, perché capiamo perfettamente che si tratta di una situazione eccezionale e siamo i primi che abbiamo sempre aiutato il club quando ce lo ha chiesto. E molte volte lo abbiamo fatto di nostra spontanea iniziativa».

La lettera pubblicata sull’account Instagram dell’argentino, però, non risparmia pesanti accuse alla dirigenza: «Per questo siamo rimasti colpiti che qualche membro della società ha provato a metterci sotto pressione per fare qualcosa che noi abbiamo sempre voluto fare – e spiega il ritardo nel raggiungimento dell’accordo -. Di fatto, se c’è stato un ritardo di qualche giorno nella stipula dell’accordo, è perché stavamo cercando una formula per aiutare tanto il club quanto tutti i suoi dipendenti in questo momento così difficile».

Mentre i giocatori della prima squadra si riducono lo stipendio del 70%, «daremo dei contributi affinché gli impiegati del club possano ricevere il 100% del proprio stipendio», chiarisce Messi. Il quale spiega anche il motivo del silenzio mantenuto durante la scorsa settimana: «Se non abbiamo parlato fino a oggi è perché la priorità era trovare soluzioni reali per aiutare la società, ma anche le persone più colpite da questa situazione».

Si chiude così la querelle che aveva portato a una spaccatura tra lo spogliatoio e la dirigenza blaugrana. Lo scorso sabato, anche la Juventus ha annunciato un accordo con i giocatori che porterà a un risparmio per le casse del club di circa 90 milioni di euro.

Leggi anche: