Catania, dieci poliziotti e sei volanti per fermare un uomo ferito a una mano: il video suscita polemiche

L’uomo è stato condotto in ospedale dove sarebbe stato sottoposto anche a un trattamento sanitario obbligatorio «per il suo stato di alterazione psicologica»

Sei volanti della polizia e una decina di agenti accerchiano un uomo in stato di agitazione e lo colpiscono, prima con un taser e poi con un manganello, tra le esclamazioni di chi riprende la scena armato di smartphone. È ciò che si vede in un video girato lo scorso martedì, 14 aprile, in viale Veneto a Catania, finito poi sui social e ripreso da diverse testate locali.


Il video

#Catania, via Vittorio Veneto.

#Catania, via Vittorio Veneto: diverse volanti della Polizia sono intervenute per assistere alcuni agenti durante un controllo nei pressi dell'incrocio di Viale Vittorio Veneto. Un uomo è andando in escandescenza ed è stato necessario l'intervento di alcune volanti. Sul posto anche carabinieri e polizia municipale. Il video è stato registrato martedi scorso.AGGIORNAMENTO: Pare che a scaldare l’animo del soggetto sia stato un episodio avvenuto a bordo di un autobus dove avrebbe viaggiato senza biglietto. Quando l’autista del mezzo avrebbe fatto notare la situazione irregolare, il passeggero si sarebbe agitato fino a che il conducente dell’autobus avrebbe chiamato la polizia.Gaetano ci scrive:"Quella persona, se lo volete sapere, è mio cugino: era sul bus con una mano fasciata e voleva andare al pronto soccorso ma quello del bus ha chiamato le forze dell'ordine e sono arrivati in forze. Non è un criminale voleva andare a farsi medicare".

Gepostet von Centro Storico Pedonale – Catania am Samstag, 18. April 2020

Secondo la ricostruzione fatta dalla questura, l’uomo (65 anni) sarebbe salito su un autobus del trasporto locale pubblico con una mano insanguinata per poi dare in incandescenza dopo che l’autista si è rifiutato di portarlo al pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro.

Vedendo in quale stato si trovava l’uomo, l’autista dell’autobus avrebbe chiamato il 118 che ha poi inviato sul posto un’ambulanza. L’uomo con la mano ferita avrebbe poi colpito più volte l’ambulanza, rifiutando il trasferimento. A quel punto sarebbe intervenuta una prima volante della polizia che, in poco tempo, è stata raggiunta dai rinforzi.

Nel filmato si vedono chiaramente gli agenti circondare l’uomo per poi stringersi attorno a lui, costringendolo a terra con la forza. Verso la fine del filmato si avvicinano anche due membri dell’esercito.

Stando a quanto riportato dall’Ansa, i poliziotti avrebbero chiesto i rinforzi in quanto «preoccupati per la “ferita” dell’uomo e per l’allerta Covid-19». In seguito, l’uomo è stato condotto in ospedale dove sarebbe stato sottoposto anche a un trattamento sanitario obbligatorio «per il suo stato di alterazione psicologica».

Le polemiche si sono rincorse sui social, dove diversi utenti hanno parlato di «abuso di potere» da parte delle forze dell’ordine, giudicando eccessivo il dispiegamento di un numero tanto elevato di agenti di polizia per fermare un singolo uomo.

Leggi anche: