Che fine ha fatto Kim Jong Un? Giallo sulla salute: avvistato il suo treno in una località turistica

Il dittatore nordcoreano è scomparso dallo scorso 15 aprile, giorno delle celebrazioni del compleanno del nonno, fondatore del regime. Da allora si sono moltiplicate le congetture sulla sua salute, compresa l’ipotesi che sia morto

Il giallo sulle condizioni di salute del leader nordcoreano Kim Jong Un si arricchisce di un nuovo capitolo, dopo che un treno che dovrebbe appartenere al dittatore sarebbe stato avvistato in una località turistica del Paese. L’avvistamento è stato diffuso dal sito americano specializzato sulla Nord Corea 38north.org che ha pubblicato foto satellitari del convoglio nella stazione del compound di Wonsan, riservata alla famiglia presidenziale, tra il 21 e il 23 aprile.

Secondo 38north non ci sono dettagli concreti sulla salute di Kim Jong Un, dato anche per morto da alcune indiscrezioni degli ultimi giorni. Le foto satellitari darebbero peso comunque ai rapporti di intelligence che indicherebbero Kim Jong Un in un resort di lusso sulla costa orientale della Corea del Nord.

L’ultimo apparizione pubblica del leader nordcoreano risale allo scorso 12 aprile. Ma le congetture sulla sua salute sono partite tre giorni dopo, quando non ha partecipato alle celebrazioni per il compleanno del nonno e fondatore del regime Kim Il Sung, giorno più importante per il calendario nordcoreano.

Secondo il quotidiano NK, un sito gestito principalmente da disertori della Corea del Nord, ha riferito nei giorni scorsi che Kim avrebbe subito un intervento al cuore all’inizio di aprile e che stava trascorrendo la convalescenza in una villa nella provincia del Nord Pyongan.

Giovedì scorso, citando un funzionario governativo non identificato, l’emittente sudcoreana SBS ha riferito che Kim sembrava essere a Wonsan da almeno quattro giorni e sarebbe presto tornato a farsi vedere. A soli 36 anni, il leader soffrirebbe di patologie legate al fumo, al peso e all’affaticamento.

Leggi anche: