È morto a New York l’artista bulgaro Christo, aveva 84 anni. Con sua moglie realizzò “The floating piers” sul lago di Iseo

Nel 2016 aveva realizzato con sua moglie la grande installazione gialla sul lago d’Iseo, opera nota come Christo e Jeanne-Claude. Lo staff: «Ha vissuto una vita piena, realizzato ciò che sembrava impossibile»

Si è spento a New York all’età di 84 anni Christo Vladimirov Yavachev. A darne notizia sono le pagine social dell’artista bulgaro e di sua moglie: Christo e Jeanne-Cluade hanno sempre detto chiaramente che la loro arte sarebbe continuata dopo la loro morte. L’Arc de Triompe Wrapped (Project for Paris) resta in corsa per il 18 settembre-3 ottobre 2021.

Nel 2016 l’artista – nato nel 1935 a Gabrovo, in Bulgaria – aveva realizzato insieme a sua moglie The Floating Piers, la grande installazione di colore giallo sul lago d’Iseo, opera anche nota come Christo e Jeanne-Claude, il nome della sua compagna di vita – la coppia è fra i maggiori rappresentanti della Land art.

«Ha vissuto una vita piena, ha realizzato ciò che sembrava impossibile», si legge nell’annuncio che dà notizia della sua morte. «Il lavoro di Christo e Jeanne-Claude ha unito le persone facendo condividere loro esperienze in tutto il mondo, la loro opera vive nei nostri cuori e nei nostri ricordi».

«L’arte perde oggi un grande protagonista che ha amato l’italia e che ha stupito il mondo con opere che sapevano rendere spettacolari i paesaggi e le bellezze naturali – dice il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini – Ricordo di aver “camminato sull’acqua insieme a Christo” sul lago di Iseo. Un momento emozionante in occasione dell’inaugurazione della sua installazione The Floating Piers».

Leggi anche: