Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Parte la Maturità 2020, quello che c’è da sapere sull’Esame di Stato ai tempi del Coronavirus

«In bocca al lupo ragazzi! Siate coraggiosi». È il messaggio della ministra Azzolina agli studenti

Gel igienizzante al posto del buon vecchio vocabolario di italiano, mascherina a coprire il volto, sul banco un modulo di autocertificazione invece del solito foglio protocollo con il timbro ministeriale. Oggi, 17 giugno, è il primo giorno della Maturità per 500mila studenti. Sarebbe dovuto essere il giorno della prima prova, invece l’Esame di Stato ha dovuto fare i conti con la pandemia Coronavirus: tutti “ammessi” direttamente agli orali, si sarà infatti soltanto il colloquio davanti alla commissione, in presenza. A partire dalle 8.30 saranno circa 20mila gli studenti, oggi, a sedersi davanti alle 13mila commissioni per affrontare l’esame.


L’arrivo a scuola e le regole

Alcune scuole hanno allestito dei gazebo fuori. Gli studenti dovranno arrivare 15 minuti prima dell’orario di convocazione e andare via subito dopo la prova: niente festa e abbracci con gli amici. All’arrivo si dovrà indossare la mascherina, disinfettarsi le mani e compilare un modulo di autocertificazione che attesti l’assenza di sintomi da Covid-19 e di non essere in isolamento. Ad accompagnare lo studente potrà essere al massimo una sola persona.


La mascherina potrà essere tolta durante il colloquio, mantenendo sempre una distanza di almeno 2 metri dai commissari. Gli studenti con disabilità potranno affrontare l’esame in video-conferenza. Se invece scelgono l’esame in presenza, potranno essere accompagnati da un assistente che dovrà indossare guanti e mascherina, non potendo garantire il distanziamento dal maturando.

Lo svolgimento dell’esame

La prova orale durerà circa un’ora. Il maturando presenterà alla commissione – composta da insegnanti interni e un presidente esterno – un elaborato sulle discipline della seconda prova. Dovrà analizzare, poi, un brano di letteratura affrontato in classe (va a sostituire la prova di italiano). Seguirà una discussione multidisciplinare. Infine, il maturando dovrà esporre le esperienze svolte nell’ambito dei “Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento” (ex alternanza scuola-lavoro) e dimostrare di avere conoscenze su “Cittadinanza e Costituzione”.

Il voto finale

Sul voto finale sarà decisivo il percorso degli studenti, i crediti sono stati rivisti e valgono fino a 60 punti. Il massimo che si potrà ottenere all’orale sono 40 punti. Il voto finale della maturità non è stato rivisto: 100/100 è il punteggio massimo e si potrà ottenere anche la lode.

Il messaggio di Azzolina che va a Bergamo

La ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina, seguirà la maturità da Bergamo. Questa mattina è all’I.T.S. Giacomo Quarenghi. «Ci tenevo a dare un messaggio di vicinanza molto concreto, ci sono territori che hanno sofferto più di altri. E che quindi hanno dovuto mettere ancora più impegno e responsabilità per affrontare questi Esami di Stato in presenza», ha detto la ministra. E sui social ha mandato un messaggio a tutti gli studenti.

«È stata anche per me una vigilia degli esami particolare, confesso di essere molto emozionata perché tra poco si riaprono le scuole. Ragazzi e ragazze un enorme in bocca al lupo! Avete vissuto una emergenza difficile e avete dato una grande prova. Ce l’avete messa tutta se avrete studiato. La maturità 2020 è un ponte verso il futuro. Siete stati forti, coraggiosi».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: