L’Antitrust dà ragione al “Cinema America”. Tornano i film gratuiti nelle arene all’aperto di Roma

L’Autorità ha avviato un’istruttoria per accertare la volontà di Anica e Anec di negare la distribuzione dei film alle arene. L’appuntamento è quindi per il prossimo 3 luglio in piazza di San Cosimato a Roma

La rassegna Cinema in Piazza a Roma si farà. Dopo l’intervento «dell’Autorità Antitrust che ha appena svolto ispezioni nella sede di Anica e dell’Anec» e l’avvio di un’istruttoria «per accertare un’intesa restrittiva della concorrenza», tornano i film all’aperto ed è confermata la stagione 2020 nelle arene estive della Capitale. Ad annunciarlo è il presidente dell’associazione Piccolo America Valerio Carocci.

Era stata proprio l’associazione dei Ragazzi del Cinema America a denunciare come le grandi catene di distribuzione di multiplex avessero bloccato la concessione dei film per una presunta concorrenza sleale. «L’istruttoria – precisa Carocci – è stata avviata in seguito alla denuncia che noi, assieme al comitato Balduina, abbiamo effettuato il 5 agosto 2019, alla quale hanno fatto seguito ulteriori denunce da parte di Cinemusica Nova e dell’associazione Laboratorio di quartiere Giambellino Lorenteggio, operanti nelle regioni Emilia Romagna, Abruzzo, Marche e Lombardia».

Nei giorni scorsi la denuncia era stata etichettata dal presidente di Anica Francesco Rutelli come una fake news ed era stato smentito che l’organizzazione stesse bloccando l’organizzazione di eventi culturali gratuiti.

Ma l’antitrust rivela che almeno dal 2018 e sino alla stagione 2020, c’è stata «un’azione concertata, riferibile a una parte sostanziale dell’industria cinematografica italiana, finalizzata ad orientare le case di distribuzione e/o i loro intermediari a negare i film alle arene a titolo gratuito, o comunque per subordinare il rilascio delle liberatorie a condizioni sempre più stringenti».

L’appuntamento è quindi per il prossimo 3 luglio in piazza di San Cosimato a Roma, come confermato dal presidente del Piccolo America.

Leggi anche: