Recovery fund, Conte alla Camera: «Sugli aiuti Ue no a compromessi al ribasso» – Video

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha riferito alla Camera in vista del Consiglio europeo del 17 e 18 luglio

«Mai come oggi possiamo affermare che l’Italia ha contribuito in misura decisiva a orientare le risposte che l’Europa è chiamata a prendere». A parlare è Giuseppe Conte, che ha riferito alla Camera in vista del Consiglio europeo straordinario del 17 e 18 luglio.

«La crisi di Coronavirus è senza precedenti, quindi richiede misure straordinarie. Per questo motivo il Consiglio europeo non può mancare in questo obiettivo di portata epocale, bisogna rilanciare l’economia europea. Solo uniti riusciremo a rendere l’Europa forte e protagonista nel mondo. Risposte nazionali sarebbero inefficaci» ha aggiunto.

«Se alcuni Paesi dovessero soccombere alla crisi, i Paesi più ricchi non ne avranno giovamento. Oggi o vinciamo tutti o perdiamo tutti. Per questo riteniamo che la decisione del Consiglio europeo sia presa entro luglio e che non venga svilita da compromessi al ribasso» ha dichiarato.

Agenzia Vista | Il premier Conte alla Camera: «Solo uniti rendiamo Ue più forte, nazionalismi sono anacronistici»

Gli obiettivi per l’Europa? «Cambiamenti climatici, lotta alle diseguaglianze acuite dall’emergenza sanitaria, sostegno della parità di genere, sviluppo dell’economia verde, più digitalizzazione e sviluppo delle nuove tecnologie. Serve un coraggioso intervento in cultura, istruzione e parità di genere».

Agenzia Vista | Il premier Conte alla Camera: «L’Italia ha orientato le risposte che l’Ue è chiamata a prendere»

Leggi anche: