Coronavirus, Fedez e il messaggio per Bocelli: «Pandemia fantascienza? Ecco un 18enne trapiantato ai polmoni»

«Se non conoscete nessuno che sia stato in terapia intensiva e vi permettete di instillare il dubbio che la pandemia sia stata fantascienza vi presento un mio amico», scrive il rapper

Non lo nomina mai ma il riferimento è chiarissimo. Il repper Fedez scrive un tweet che suona come una risposta alle parole del tenore Andrea Bocelli che – nella giornata di lunedì – ha partecipato a quello che è stato ribattezzato dalla maggioranza di governo come il «convegno dei negazionisti» del Coronavirus. «Non ho mai conosciuto nessuno che fosse andato in terapia intensiva, quindi perché questa gravità?», sono le parole pronunciate da Bocelli nel corso dell’evento organizzato in Senato dall’ex sottosegretario ai Trasporti Armando Siri e dal critico d’arte Vittorio Sgarbi.

«Se non conoscete nessuno che sia stato in terapia intensiva e vi permettete di instillare il dubbio che la pandemia sia stata fantascienza vi presento un mio amico che causa Covid ha dovuto subire un trapianto di polmoni a 18 anni», twitta senza mezzi termini Federico Leonardo Lucia postando una foto che lo ritrae vicino a un paziente operato al Policlinico di Milano. E poi conclude: «Fare silenzio ogni tanto non fa male eh».

Leggi anche: