Coronavirus, negli Stati Uniti altri 46mila casi. Ora Trump difende l’uso della mascherina: «Indossarla è da patrioti»

In America Latina i contagi hanno superato i 5milioni, più di 200mila le vittime

Usa

Ansa | Donald Trump

Gli Stati Uniti hanno registrato nelle scorse 24 ore 46.321 nuovi contagi da Coronavirus e 532 morti. Il bilancio totale sale così a 4.713.500 casi e 155.402 vittime. Donald Trump sembra aver totalmente cambiato idea sull’uso dei dispositivi di protezione e ha inviato una mail ai suoi sostenitori, scrivendo «i patrioti indossano la mascherina». «So che ci è stata confusione sull’uso della mascherina, ma credo che dobbiamo indossarla tutti quando non possiamo mantenere la distanza sociale», continua la mail.


Il presidente Usa però ammette: «Non amo indossarla». E torna a definire il Covid «virus cinese». Intanto il governatore repubblicano del Maryland, Larry Hogan, ha annullato una direttiva delle autorità sanitarie per tenere aperte alcune scuole private dall’inizio dell’anno accademico, compresa quella del figlio di Trump. Le scuole pubbliche invece hanno già annunciato che il primo semestre sarà online.

America Latina

Ansa | San Paolo, Brasile

In America Latina i contagi hanno superato i 5 milioni, 202mila le vittime. Il Brasile rimane il Paese più colpito con 2.750.318 casi (+25.800 in 24 ore) e 94.665 morti. Ieri, in Brasile è risultato positivo Walter Braga Netto, ministro della Casa civile della Presidenza della Repubblica. Sale così a sei il numero dei membri del governo contagiati dal Coronavirus.

Leggi anche: