Cosa sappiamo (davvero) sulla quarta stagione di Boris

Dopo che la serie è approdata su Netflix a inizio maggio, le voci di un ritorno dei protagonisti dell’autodefinita “Fuoriserie italiana” sono diventate sempre più forti

«A cazzo di cane». Questa volta ci permettiamo di scriverlo così, senza asterischi. Sarebbe difficile riportare la frase più celebre del regista René Ferretti mascherandola con qualche censura grafica. E lo scriviamo perché in questi giorni sono sempre di più i fan che si aspettano di sentire ancora questo urlo di battaglia lanciato dal protagonista di Boris. Eppure la domanda rimane ancora aperta: la (fuori) serie che racconta i retroscena della fiction all’italiana avrà una quarta stagione?

Lo scorso primo maggio la serie tv prodotta da Wilder e scritta da Luca Vendruscolo, Giacomo Ciarrapico e Mattia Torre è stata riproposta su Netflix. La piattaforma di streaming ha accolto tutte e tre le stagioni prodotte finora. Mancherebbe all’appello solo Boris – Il film, il lungometraggio arrivato nelle sale nel 2011. Da quando la serie è tornata in chiaro i rumors su una nuova stagione hanno cominciato a circolare, mai smentiti e mai confermati del tutto.

Un «semino» c’è

BORIS | Il cast della serie tv

Nella serata di venerdì è arrivato uno dei segnali più forti di queste settimane. A Roma, durante un evento organizzato da I ragazzi del Cinema America lo sceneggiatore Luca Vendruscolo ha dichiarato: «Abbiamo deciso di provarci molto seriamente, ma non di riuscirci!». Con una premessa però: «Il principale ostacolo che ci ha impedito di fare qualunque incarnazione di Boris è che al tavolo manca una gamba molto importante».

Quella gamba è Mattia Torre, uno dei tre sceneggiatori scomparso nel 2019. E proprio a lui era dedicata la serata in cui si è parlato della quarta stagione di Boris. Vendruscolo ha spiegato che un’eventuale reunion non potrebbe che essere in suo onore: «In ogni caso sarà una cosa fatta completamente in ricordo di Mattia. Se riusciremo a fare una cosa che ci darà la sensazione che Mattia da lassù non ci sputi in faccia, la realizzeremo». Qualcosa c’è quindi anche se, come chiarito da Andrea Sartoretti (uno degli attori) si tratta solo di un «semino».

Foto di copertina: ANSA/ALESSANDRO DI MEO | Francesco Pannofino, nella serie interpreta Renè Ferretti

Leggi anche: