Dl agosto, dal fondo per le casalinghe al “pacchetto Sud”: tutte le misure approvate dal governo

Prorogate al 7 settembre anche le misure anti-Covid: obbligo della mascherina nei luoghi chiusi, distanziamento di un metro, divieto di assembramento

Il dl Agosto, dopo giorni di scontro all’interno dell’esecutivo, è stato approvato «salvo intese tecniche» dal consiglio dei ministri. 25 miliardi stanziati grazie allo scostamento di bilancio che serviranno a finanziare nuove misure per aiutare l’Italia a rialzarsi dall’emergenza Coronavirus. Molte delle misure approvate erano già state anticipate ieri dalla bozza. Prorogate anche le misure anti-Covid: obbligo della mascherina nei luoghi chiusi, distanziamento di un metro, divieto di assembramento.

Salta il bonus ristoranti

Saltato il bonus ristoranti: niente rimborso del 20% ai clienti come aveva proposto il M5s. Al suo posto viene anticipato il cashback: premi e rimborsi a chi paga con la carta di credito già da novembre. Stanziati fondi anche per aiutare i negozi dei centri storici delle città d’arte.

Nodo licenziamenti

Il blocco licenziamenti rimane, ma sarà “variabile”. Potranno licenziare le aziende che hanno usufruito di tutte le 18 settimane della Cassa integrazione, mentre chi può ancora usufruire della Cig non potrà lasciare a casa i dipendenti. Inoltre il blocco, in scadenza il 17 agosto, è stato prorogato al 17 novembre. Un compromesso tra le pressioni dei sindacati di estenderlo fino alla fine dell’anno e gli industriali che volevano abolirlo del tutto.

Più tempo per pagare le tasse

L’appuntamento con il fisco non viene spostato dal 16 settembre, ma i cittadini avranno più tempo per pagare le imposte che saranno più leggere. Le tasse sospese nel periodo di lockdown potranno essere pagate in due anni, le rate da quattro diventano 24. Per gli autonomi – che hanno registrato una perdita di fatturato di almeno 33% – slittano ad aprile gli acconti delle tasse, scadenza inizialmente fissata a novembre.

Lavoro e fondo per le casalinghe

Sarà più semplice rinnovare i contratti a termine: niente causale per i rinnovi dopo i 12 mesi, come vorrebbe invece il Decreto dignità. Proroga di due mesi del sussidio di disoccupazione Naspi. Incentivi, poi, per il settore del turismo e dello spettacolo: previsto un bonus di mille euro. Inoltre è stato prorogato di un mese il reddito di emergenza. Previsto anche un fondo da 3 milioni di euro per le casalinghe. Approvata anche l’assunzione di 85mila docenti da inserire nell’organico della scuola.

Pacchetto Sud

La grande novità è il pacchetto per il Sud: taglio del 30% dei contributi per chi assume nel meridione o stabilizza precari. La misura varrà dal primo ottobre fino alla fine dell’anno. Ma il governo vuole renderla strutturale con un piano decennale dal valore di quasi 5 miliardi. Resterebbe al 30% fino al 2025, poi scenderebbe al 20% fino al 2027, e al 10% fino al 2029. E sarà finanziata per i prossimi anni da Recovery Fund dell’Ue.

Leggi anche: