Positiva al Coronavirus rientra a Parma dopo la vacanza a Malta e va in discoteca: tamponi su 200 persone

L’Emilia Romagna non prevede alcun obbligo di isolamento domiciliare durante l’attesa dell’esito del tampone per i rientri da Malta, Grecia, Spagna e Croazia

Rientrata da una vacanza a Malta con le amiche è risultata positiva al Coronavirus. La ragazza, 20 anni, di Fidenza, provincia di Parma, ha saputo di avere contratto l’infezione domenica 16 agosto dopo la comunicazione ufficiale dell’azienda Usl sull’esito del tampone. Prima della comunicazione però, la sera del 14 agosto, è andata a ballare con gli amici in un locale notturno dell’Emilia-Romagna.

Dopo l’annuncio dell’esito positivo, la preoccupazione tra i giovani entrati in contatto con la ragazza e le loro famiglie, tutti residenti tra Fidenza e Salsomaggiore, è cominciata a diffondersi e a crescere di ora in ora. Dalle Ausl di Parma e Piacenza è arrivato l’appello a segnalarsi per effettuare il tampone. Un invito rivolto a circa 200 persone, residenti tra il Parmense e il Piacentino, «che hanno frequentato la discoteca Il Colle di Alseno la sera tra il 14 e il 15 di agosto».

Anche il locale della serata danzante si è preoccupato di diffondere la notizia attraverso i profili social, consigliando «vivamente a tutti i presenti di prestare attenzione ai propri comportamenti e di seguire le linee guida che verranno comunicate». Il proprietario ha messo a disposizione anche l’elenco dei nomi e i recapiti telefonici di chi era presente alla serata.

«Stiamo contattando i residenti a Parma e provincia tramite e-mail e al telefono», spiega Silvia Paglioli, direttore del Servizio igiene e Sanità pubblica dell’Ausl di Parma. «L’invito a sottoporsi a tampone è una scelta presa in via precauzionale, considerato anche che numerose persone ci hanno contattato preoccupate», spiega la dottoressa. I tamponi cominceranno a essere eseguiti da domani 19 agosto nella tenda allestita appositamente nel parcheggio dell’ospedale di Vaio di Fidenza. A Piacenza è stato invece allestito un ambulatorio dedicato.

Nessun isolamento domiciliare

La Regione Emilia-Romagna non prevede alcun obbligo di isolamento domiciliare mentre si è in attesa del risultato del tampone per rientri da Malta, Grecia, Spagna e Croazia, per evitare che possa ripetersi un episodio simile a quello della ragazza fidentina. La procedura del test sui congiunti e i contatti più vicini alla ragazza è scattata invece subito dopo l’esito positivo del suo tampone.

Leggi anche: