Il costo del negazionismo: 20mila firme per chiedere l’allontanamento di Sgarbi dal museo di Trento e Rovereto

La petizione è stata giudicata ammissibile dall’ufficio di presidenza del Consiglio provinciale di Trento

Il Mart è il Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. Secondo i documenti pubblicati sul sito di questa struttura, il suo comitato scientifico è composto da tre componenti: c’è la consigliera Dalia Macii, il vicepresidente Silvio Cattani e poi il presidente, Vittorio Sgarbi. Ed è proprio questo incarico che negli ultimi giorni ha cominciato a essere in bilico.

L’ufficio di presidenza del Consiglio provinciale di Trento ha dichiarato ammissibile una petizione che ha quasi raggiunto le 20mila firme per chiedere l’allontanamento del critico d’arte dal museo dopo la sue prese di posizione sulla pandemia da Coronavirus. Sgarbi infatti ha più volte ribadito di essere contrario alle precauzioni per l’epidemia, tanto da rifiutarsi di indossare la mascherina alla Camera, dove il critico d’arte è deputato.

La petizione

La raccolta firme per chiedere l’allontanamento di Vittorio Sgarbi è partito con una petizione lanciata su Change.org dall’utente Roberto Rinaldi. «Chiediamo sia rispettato il ruolo di presidente del MART di Rovereto il quale, fra i molti ruoli, ha anche la responsabilità di tutelare l’istituzione museale e il suo ruolo sociale-culturale dimostrando un comportamento degno, corretto, ed etico del prestigioso incarico ricoperto».

Leggi anche: