Scontro nella maggioranza su Azzolina. E lei risponde: «La riapertura delle scuole riguarda tutto il governo»

Il capogruppo del Pd aveva criticato la ministra dell’Istruzione sperando in un miglioramento a settembre. I pentastellati temono l’inaugurazione di una nuova fase della maggioranza «che non si sa dove porterà e a chi gioverà»

«Il Pd decida da che parte stare», così la nota del capogruppo M5s al Senato Gianluca Perilli commenta le parole del capogruppo del Pd, Andrea Marcucci sull’operato della ministra Lucia Azzolina. Confermando la volontà di sostenere il lavoro del governo, Perilli risponde all’esponente dem dichiarando la speranza «che il capogruppo Pd abbia valutato attentamente la situazione prima di fare certe affermazioni».

Le affermazioni a cui Perilli si riferisce sono quelle del capogruppo del Pd che ha definito «insufficiente» il lavoro della ministra dell’Istruzione per il rientro a scuola. «I problemi vanno affrontati e se possibile risolti», aveva detto Marcucci a La Stampa, «in tal senso mi pare insufficiente il contributo che sta portando la ministra Azzolina. Spero migliori di qui a settembre».

«Prendiamo atto di una nuova fase della maggioranza»

La risposta di Perilli non si è fatta attendere. Il commento della nota dell’esponente pentastellato parla in maniera critica di una nuova fase della maggioranza: «Prendiamo atto che Marcucci vuole inaugurare una nuova fase della maggioranza che non si sa dove porterà e a chi gioverà».

Tra le altre cose, Marcucci si era espresso in modo chiaro e critico sulla tempistiche e le modalità scelte per gestire una priorità, «che tutti sapevamo già da marzo». Il capogruppo del Pd, scettico riguardo l’efficacia dell’operato finora portato avanti dalla ministra, fa intendere lacune di non poco conto: «Si doveva lavorare tutti a testa bassa per creare le migliori condizioni a settembre», ha detto, rincarando poi la dose su Azzolina, «la ministra purtroppo è sembrata a tratti più interessata a trovare un capro espiatorio, da ultimo persi noi sindacati».

Azzolina invoca l’aiuto di tutte le forze politiche

Nonostante le critiche Marcucci definisce la fase attuale ancora utile a far sì che «l’inizio della scuola non diventi una dramma». Oltre alla risposta di Perilli, in serata è arrivata anche una dichiarazione della stessa ministra dell’Istruzione. Al Tg3 Azzolina ha fatto un chiaro riferimento all’impegno collettivo delle forze politiche: «La riapertura della scuola è una partita che riguarda tutto il governo, ciascuno con le proprie responsabilità» ha detto, riferendosi tra le altre cose, anche alla mozione di Salvini. «La scuola dovrebbe stare fuori dalla campagna elettorale e coinvolgere tutti» ha aggiunto.

Leggi anche: