Emergenza sbarchi a Lampedusa, in arrivo 3 navi da Roma: 300 migranti saranno trasferiti entro domani

Quasi mille migranti sono arrivati nell’isola in 24 ore. Tutti sono stati trasferiti nel’hotspot in contrada Imbricola, dove ci sono dieci volte le persone che può ospitare

Circa 300 migranti saranno trasferiti da Lampedusa tra stasera e domani mattina. È questo il risultato delle proteste partite sull’isola dopo lo sbarco negli ultimi due giorni di quasi mille persone «nel silenzio del governo». Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la ministra Luciana Lamorgese hanno deciso ora di ricorrere all’utilizzo di ulteriori 3 navi, in aggiunta alle due già operanti, «per la sorveglianza sanitaria dei migranti irregolari in arrivo». La prima arriverà a Lampedusa entro domani notte, mentre le altre due arriveranno sull’isola entro mercoledì.

Gli sbarchi della notte

450 migranti sono sbarcati a Lampedusa nella notte tra il 29 e il 30 agosto, poche ore prima erano arrivati in 500 su una trentina di imbarcazioni. Cifre ormai insostenibili per il sindaco Totò Martello che minaccia di dichiarare personalmente uno sciopero dell’intera isola: «Non è possibile continuare a sopportare queste angherie da parte del Governo».

L’ultimo sbarco è avvenuto da un vecchio peschereccio, secondo le prime indicazioni le persone a bordo hanno dichiarato di essere libiche. «Il peschereccio strapieno mi dicono che si stava capovolgendo – dice Martello – È stato fatto entrare in porto per garantire il soccorso. Ma come è possibile che nessuno lo abbia visto prima di arrivare a quattro miglia dall’isola?».

I 450 migranti sono stati sottoposti al controllo della temperatura, per essere poi portati nel’hotspot in contrada Imbricola, già ben oltre il limite della capienza con oltre 1.500 persone all’interno a fronte di poche centinaia di posti disponibili. Durante lo sbarco, una decina di abitanti di Lampedusa con la responsabile locale della Lega, l’ex senatrice Angela Maraventano, hanno protestato davanti al porto. Il gruppo ha esposto uno striscione con la scritta: «Stop migranti». Maraventano ha chiesto che quei migranti venissero: «rimpatriati immediatamente, siamo stanchi. Impediremo con tutte le nostre forze di farli passare».

Foto copertina: ANSA/ELIO DESIDERIO

Leggi anche: