Usa, Jacob Blake parla dal letto di ospedale: «Cambiate le vostre vite. Aiutiamoci a vicenda» – il video

Il video è stato pubblicato sulla pagina Twitter dell’avvocato dell’afroamericano ferito dalla polizia a Kenosha

Un video per raccontare il proprio dolore, per riflettere su quanto è accaduto ma probabilmente anche per perorare la propria causa. Così, dopo i messaggi affranti dei familiari, Jacob Blake, il 29enne afroamericano rimasto paralizzato dopo essere stato colpito alla schiena dalla polizia a Kenosha, in Wisconsin, parla dal suo letto di ospedale in un video pubblicato su Twitter dal suo avvocato.


Il video e l’implicita richiesta di aiuto

«La tua vita, e non solo la tua vita, le tue gambe, qualcosa di cui hai bisogno per muoverti e andare avanti nella vita, possono esserti portate via in questo modo», dichiara Blake, che racconta anche del dolore che prova «24 ore al giorno». «Fa male respirare, fa male dormire, fa male spostarsi da una parte all’altra, fa male mangiare», continua Blake prima di finire con un appello alla solidarietà. «Per favore cambiate le vostre vite, dobbiamo aiutarci a vicenda, fare dei soldi, fare tutto ciò che è possibile per facilitare la vita della nostra gente. Troppo tempo è stato sprecato finora».

Nel video il ragazzo appare ancora senza manette, tolte venerdì dopo la denuncia del padre. Le forze dell’ordine avevano spiegato di aver incatenato Blake al suo letto d’ospedale perché da luglio pende un mandato di cattura nei suoi confronti. L’accusa è quella di violenza sessuale di terzo grado, violazione di domicilio e disturbo alla quiete pubblica.

Leggi anche: