Raduno “no mask”, lo sfottò di Luca Bizzarri in piazza: «Moriremo tutti». Dai negazionisti insulti e minacce – Il video

Su Facebook alcuni utenti hanno risposto al comico offendendolo e augurandogli «un tumore alla testa»

C’era anche il comico Luca Bizzarri lo scorso 5 settembre a Roma alla manifestazione dei negazionisti del Coronavirus. Con una mascherina nera indosso (caso unico in una piazza gremita di manifestanti senza protezioni individuali), un paio di cuffie, e un telefono il noto presentatore si è intrufolato al raduno “no mask”.

Bizzarri ha fatto, con la consueta ironia, una sorta di telecronaca del raduno in una diretta trasmessa sulla sua pagina Facebook: «Per colpa del 5G diventeremo dei cyborg», ha detto con tono ironico Bizzarri scherzando sulle affermazioni degli oratori, e «Stanno dicendo che moriremo tutti, fino all’ultimo».

«Sono uscito dall’albergo e mi sono trovato in mezzo ai negazionisti dell’Illinois. E allora vai di selfie: combattiamo uniti, senza mascherina e tutti appiccicati. Daje. (Sottotitolo. Il suffragio universale)», ha scritto Bizzarri su Twitter.

Gli attacchi a Bizzarri

La sua diretta non sembra essere piaciuta ai negazionisti che su Facebook hanno attaccato duramente il comico, arrivando in alcuni casi persino ad augurargli gravi malattie: «Un tumore in testa», ha scritto un utente. Bizzarri ha poi raccolto insulti e minacce in un nuovo post su Facebook, corredato dalla frase «La simpatia e la sagacia dei negazionisti dell’Illinois».

La simpatia e la sagacia dei negazionisti dell’Illinois.

Pubblicato da Luca Bizzarri su Sabato 5 settembre 2020

Leggi anche: