Roma, apre la scuola di Servizio Civico di Rutelli: «Semplificazione, digitalizzazione e green»

Il messaggio del ministro Manfredi: «È un volano per l’università di domani»

«Una bellissima iniziativa rivolta a far crescere l’impegno dei giovani nel dare un contributo alle proprie città». È il saluto che ieri il ministro per l’Università e la Ricerca Gaetano Manfredi ha rivolto ai 60 studenti selezionati per frequentare la Scuola di Servizio Civico.


Presente anche il fondatore, Francesco Rutelli, che durante l’apertura tenutasi alla Facoltà di Architettura della Sapienza di Roma ha parlato in particolare di “semplificazione, digitalizzazione e green“. Saranno queste le strade per formare gli amministratori del futuro. Manfredi ha poi parlato di un nuovo modo di fare didattica, un volano per l’università di domani: «Cercherò di trovare tutte le sinergie per poterla accogliere nel mondo della ricerca e dell’università italiana».

In particolare l’ex sindaco della Capitale, affrontando il tema della pandemia di Coronavirus e della ripartenza, ha detto che Roma si riprenderà ma nessuna «città sarà uguale a prima». Nelle parole di Rutelli la scuola, e gli studenti scelti, dovranno sviluppare capacità e competenze di regia pubblica e aiutare Roma «a essere all’altezza dei suoi caratteri universali e delle attese concrete di tutti i suoi cittadini».

Rutelli ha inoltre ricordato come i 100 docenti si siano a messi a disposizione gratuitamente: «Chi ha voglia di fare qualcosa di concreto per Roma, può sostenere il nostro progetto concreto per renderla migliore».

Leggi anche: