Il M5s verso gli Stati Generali il 7 novembre. Alta tensione con Casaleggio, il retroscena: «Li porto tutti in tribunale»

Dopo i recenti scontri con Casaleggio Jr, il Movimento cerca di rimettere insieme i pezzi in una tre giorni di confronto

Si terranno tra circa un mese gli Stati Generali del Movimento 5 Stelle. Secondo fonti dell’Ansa, la data precisa verrà decisa oggi, 6 ottobre, in una riunione con il capo politico Vito Crimi. Stando a quanto anticipato, la tre giorni dovrebbe tenersi dal 7 al 9 novembre. A movimentare particolarmente le fila del Movimento c’è in questi giorni lo scontro diretto con il presidente dell’Associazione Rousseau, Davide Casaleggio, figlio di Gianroberto. Tra le due parti si cerca un compromesso sia sui finanziamenti da 300 euro che i parlamentari sono tenuti a versare a Rousseau – e che, stando quanto pubblicato sul Blog delle stelle, non sono arrivati nella quota stabilita – sia la natura del Movimento.


«Qualora si avviasse la trasformazione in un partito del M5s, il nostro supporto non potrà più essere garantito», aveva scritto Casaleggio jr domenica 4 ottobre. Nei giorni successivi aveva suggellato il suo aut-aut con ripetuti «li porto tutti in tribunale». Crimi, che si è visto “scavalcare” da Casaleggio sul terreno – in teoria neutro – del Blog, ha fatto pubblicare lo stesso giorno sulla pagina Facebook del Movimento un post in cui si specifica che «il fatto che il Blog delle Stelle sia gestito dall’associazione Rousseau non autorizza il suo presidente a utilizzarla per veicolare suoi messaggi personali non condivisi con gli organi del Movimento 5 Stelle».

Un post a cui aveva dato immediata replica Casaleggio con una nota dell’Associazione: «Il Blog delle Stelle, come riporta anche la privacy del Blog, è il blog ufficiale sia del Movimento 5 Stelle che dell’Associazione Rousseau. Pertanto Davide Casaleggio, in quanto presidente dell’Associazione Rousseau, è pienamente titolato a pubblicare i suoi articoli sul Blog».

Leggi anche: