Il Nobel per la Chimica 2020 a Emanuelle Charpentier e Jennifer Doudna per le scoperte sul genoma

È la prima volta che il premio viene dedicato nella stessa occasione a due donne per i Nobel dedicati alla scienza. Dal 1901 sono state cinque le scienziate premiate

Il premio Nobel per la Chimica 2020 è stato assegnato alla biomichima Emanuelle Charpentier e alla chimica Jennifer A. Doudna «per lo sviluppo di un metodo per l’editing del genoma», noto anche come la tecnica del «copia e incolla» del Dna che ha permesso lo sviluppo di terapie prima impossibili. Charpentier, 52 anni, ha completato gli studi all’Istituto Pasteur e oggi dirige l’unità per le scienze dei patogeni all’Istituto Max Planck di Berlino. Doudna, 56 anni, dopo Harvard si è trasferita all’Università della California a Berkeley.


Leggi anche: