Arzano di Napoli, rivolta dei commercianti contro il lockdown: strade bloccate e traffico in tilt – Il video

Nel mirino dei manifestanti la gestione amministrativa della Commissione prefettizia: «Cos’hanno fatto da agosto fino a oggi? Il popolo non viene ascoltato, questo non è uno Stato di diritto»

Rivolta dei commercianti ad Arzano, in provincia di Napoli, dove alcune decine di persone stanno bloccando la rotonda che consente l’accesso al paese per protesta contro il lockdown scattato da oggi a livello locale. Fino al 23 ottobre, per decisione della Commissione prefettizia che amministra il Comune, resteranno chiusi tutti i negozi a eccezione di quelli di generi di prima necessità. oltre alle scuole e al cimitero. Un provvedimento adottato alla luce dell’impennata di contagi da Coronavirus. Sospesi anche tutti gli eventi pubblici, il mercato settimanale, le attività sportive e quelle dei centri anziani.


Con il passare delle ore il blocco stradale si è allargato all’Asse Mediano, ovvero alla superstrada, costringendo numerosi automobilisti a fermarsi. «Che cosa hanno fatto», si chiedono i manifestanti, «i componenti della Commissione prefettizia dalla fine di agosto a oggi per la prevenzione? Nulla, nemmeno una pulizia straordinaria delle strade. Il popolo non viene ascoltato, questo non è uno Stato di diritto». E ancora: «Non si ferma il contagio chiudendo gli esercizi commerciali. Non siamo noi gli untori, ma chi non porta la mascherina, la indossa male o non rispetta le norme igienico-sanitarie. È assurdo penalizzare un’intera categoria, già in ginocchio, favorendo di fatto gli esercizi commerciali delle città limitrofe».

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Leggi anche: