Conte: «Ci aspettano settimane complesse. Sappiamo che non tutte le misure sono state tempestive» – Il video

Oggi il premier ha riunito i capi delegazione della maggioranza e i ministri per discutere le nuove misure che dovrebbero confluire nel prossimo Dpcm

Il premier Giuseppe Conte non nasconde la preoccupazione per le «settimane complesse» che l’Italia sarà chiamata ad affrontare a causa della risalita dei contagi da Coronavirus. «I mesi passati hanno costituito una prova difficile, per la comunità e per l’economia», ha detto intervenendo con un videomessaggio all’assemblea della Cna (Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa). «A causa del ritmo del contagio anche questi giorni e le prossime settimane si preannunciano complesse, non potremo abbassare la guardia, perché se non proteggiamo la salute dei cittadini non proteggiamo l’economia».


Il premier ha anche fatto mea culpa sull’azione di contrasto alla pandemia messa in campo dal governo: «Siamo consapevoli del fatto che non tutte le misure adottate hanno agito con la tempestività necessaria e che le amministrazioni pubbliche nel loro complesso possono senz’altro migliorare le loro performance, in particolare nella capacità di aiutare rapidamente e concretamente le imprese creando un contesto favorevole agli investimenti».

Infine ha chiesto la collaborazione di tutti per superare un momento difficile e ha annunciato che il governo sta studiando «modalità quanto più efficaci e rapide per offrire ristoro agli operatori economici in difficoltà». Nel primo pomeriggio di oggi, s’è tenuta una riunione tra il premier, i capi delegazione della maggioranza e i ministri per discutere le nuove misure che dovrebbero confluire nel prossimo Dpcm. Sul tavolo anche la situazione di Napoli dopo i fatti di ieri sera.

Foto in copertina di repertorio: ANSA/FILIPPO ATTILI

Leggi anche: