Covid-19, continua ad aumentare l’indice di gravità: ora è a 57. Ecco il dato che illustra il peggioramento della situazione in Italia

Sale ancora l’indicatore che incrocia – tra gli altri dati – ricoveri, terapie intensive e decessi

Quattro giorni fa era a quota 50, oggi è salito a 57: aumenta in maniera sensibile e costante l’indice di gravità della Covid-19, un indicatore ideato da YouTrend e calcolato sulla base dell’incrocio dei dati relativi ai nuovi contagi, ai ricoveri, alle terapie intensive, ai decessi e al tasso di positività dei tamponi.


La crescita dell’indice di gravità negli ultimi giorni – il 23 ottobre era a 51, ieri a 55 – è emblematico del peggioramento della situazione epidemiologica in Italia anche in un giorno come oggi in cui, secondo il bollettino della Protezione civile, i nuovi contagi si sono fermati a 17 mila (a fronte di 37 mila tamponi in meno). Un peggioramento che nelle ultime settimane è stato costante.

A partire da fine settembre si è registrata un’impennata vertiginosa dell’indice di gravità, come ben illustrato dalla curva (immagine sopra) che – dopo avere sfiorato i 100 punti in primavera ed essere scesa a ridosso dell’estate – è tornata a salire in maniera preoccupante. A influire è anche – ma non solo – l’aumento della percentuale dei positivi sui tamponi effettuati, che oggi si attesta al 13,6%.

Leggi anche: