Germania, record di contagi in 24 ore: +18.681. I medici delle terapie intensive: «Forte peggioramento entro 14 giorni»

Sono 77 i decessi in un giorno. Lunedì entra in vigore il semi-lockdown annunciato da Merkel

Oltre 18 mila contagi da Covid-19 in Germania nelle ultime 24 ore. Si tratta di un’impennata di 2 mila casi in più rispetto al giorno precedente (18.681 contro 16.774). Il dato giornaliero diffuso dal Robert Koch Institut è il più alto registrato finora, anche se rispetto alla primavera la Germania effettua molti più tamponi. Settantasette i nuovi decessi, che portano il numero complessivo dall’inizio della pandemia a 10.349. Di fronte all’aumento esponenziale della diffusione del virus, Angela Merkel e i ministri presidenti dei Lander hanno annunciato due giorni fa un semi-lockdown, a partire da lunedì 2 novembre.


A preoccupare è la pressione crescente sul sistema sanitario. Negli ospedali tedeschi l’emergenza è legata in particolare al personale, e la situazione potrebbe inasprirsi nel giro di un paio di settimane. «La situazione adesso è, in modo comprovato, già peggiore della scorsa primavera. Il problema principale è che il personale medico e sanitario si sta contagiando molto più frequentemente di quanto accadesse prima», ha detto il presidente dell’Associazione tedesca per la Medicina intensiva e d’urgenza Uve Jenssen.

«Nel giro di 14 giorni avremo moltissimi casi gravi e le nostre strutture maggiori si confronteranno con un carico massimo». «Abbiamo più letti e più attrezzature per la respirazione artificiale. Ma non abbiamo più nessuno da aggiungere al personale», ha detto Jenssen. Stando ai dati forniti dal primario del reparto di Medicina intensiva del policlinico di Amburgo, Stefan Kluge, dei contagiati il 5% ha bisogno del ricovero in ospedale e il 2% di quello in terapia intensiva.

Leggi anche: