Coronavirus, Zaia contro i veneti: «Imbarazzanti le piazze strapiene, rischiamo di andare in zona arancione» – Il video

Il governatore ha duramente criticato gli assembramenti visti nell’ultimo fine settimana: «Per colpa di pochi, potrebbero esserci conseguenze per tutti»

«Noi viviamo nel benessere, ma è possibile che nessuno di questi signori che vanno in giro a far casino pensi che dall’altra parte del fossato c’è l’ospedale che aspetta?». Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha duramente criticato i suoi concittadini che non rispettano le norme anti-Coronavirus: «Sono imbarazzanti le foto viste in questo ultimo fine settimana delle piazze strapiene di gente, mi spiace parlare così. Piazze di città, del Nevegal, di altri centri… dove si vive come se non ci fosse un domani. Io penso che la stragrande maggioranza dei veneti sia gente per bene, che sta usando la mascherina. Ma per colpa di pochi, tutti rischiamo di rimetterci». Al momento il Veneto è zona gialla, ha detto ancora Zaia, ma non è detto che non passi in zona arancione o rossa: «Se dovessimo valutare quello che avviene fuori dagli ospedali, qualche dubbio ci viene».


Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Leggi anche: