Coronavirus, ecco le schede dell’Iss che valutano a rischio alto anche Lazio e Sardegna (e il Molise a rischio moderato)

Non solo le Regioni in fascia rossa sono etichettate come zone a elevato pericolo di trasmissione. Calabria, Basilicata e Valle d’Aosta sotto la soglia di capacità di monitoraggio

Durante la conferenza stampa sull’emergenza Covid in Italia, monitorata dall’Istituto Superiore di Sanità, sono state diffuse tabelle di dati esplicative della specifica condizione di ogni Regione. Oltre alle già note nuove zone rosse, poste sotto la “classificazione complessiva di rischio alta”, anche le altre Regioni, comprese le sorvegliate speciali Sardegna e Lazio, sono state etichettate come zone ad alto pericolo di trasmissione. L’unica a essere a rischio moderato, «ma con alta probabilità di progressione», è la Regione Molise che rientra anche tra le zone con una capacità di monitoraggio «stabilmente sopra la soglia». Basilicata, Calabria e Valle d’Aosta invece sono «sotto soglia». L’indicatore in rosso evidenza la difficoltà dei tre territori nell’attività di contact tracing e fornitura costante di dati.


Leggi anche: