Calabria, Narciso Mostarda in pole per la nomina a commissario alla Sanità. Sul tavolo c’è ancora il nome del prefetto Varratta

di Felice Florio

L’attuale direttore generale dell’Asl Roma 6 sarebbe pronto a ricevere l’incarico. Medico specializzato in neuropsichiatria infantile, 58 anni, ha già alle spalle esperienze in politica

Mancano i dettagli tecnici dell’accordo raggiunto, ma il ministro della Salute Roberto Speranza e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte avrebbero scelto il nuovo commissario alla Sanità calabrese. Dopo l’incredibile serie di rinunce, dimissioni, e giravolte di Saverio Cotticelli, Giuseppe Zuccatelli ed Eugenio Gaudio, sarebbe Narciso Mostarda l’incaricato a ricoprire il ruolo spinoso. Pare che sul nome del medico, attuale direttore generale dell’Asl Roma 6, ci sia stato anche il beneplacito di Nicola Zingaretti, segretario del Partito democratico. Se per le maggiori testate nazionali la decisione sarebbe stata già presa, l’Adnkronos sostiene invece che la questione sia tutt’altro che risolta: il Consiglio dei ministri del pomeriggio del 24 novembre sarebbe slittato di tre ore proprio per divergenze sulla nomina. L’altro papabile per l’incarico, secondo l’agenzia, sarebbe l’ex prefetto di Firenze, Luigi Varratta.


Chi è Narciso Mostarda

A 58 anni il direttore generale dell’Asl Roma 6 è un medico specializzato in neuropsichiatria infantile. Laureatosi all’Università di Roma La Sapienza, risulta iscritto all’albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Frosinone. Nel suo curriculum, non mancano le esperienze di carattere politico: nel 2009 è stato assessore, nelle file del Partito Democratico, del Comune di Frosinone. È direttore dell’Asl Roma 6 dal 2016.

Leggi anche:

Felice Florio