«Col vaccino polpastrelli fosforescenti»: il messaggio di Natale di Grillo che inciampa sull’ironia No Vax

di Redazione

Siamo alla vigilia dell’arrivo delle prime 9 mila dosi del farmaco contro il Coronavirus che verranno distribuite in Italia. Il fondatore del Movimento cinque stelle si mostra scettico

«Auguri e buon anno a tutti. Un Natale di letizia, di bontà e di predisposizione verso gli altri. È questo che ci insegna questa Pandemia». Così Beppe Grillo in un messaggio pubblicato, anche in formato video, sul suo blog per augurare Buon Natale. Il comico ha voluto, tra le altre cose, affrontare ironicamente il tema dei vaccini contro il Coronavirus. «Eh i vaccini…io li sto aspettando, li sto aspettando tutti, li vorrò fare tutti insieme in una un’unica siringata». Siamo infatti alla vigilia dell’arrivo delle prime 9 mila dosi che verranno distribuite in Italia.


«Comincerò con lo Sputnik 5 russo che dà questa leggera controindicazione di una leggera fosforescenza ai polpastrelli che verrà eliminata dal vaccino cinese che, in controtendenza, darà luccichio giallognolo al palmo della mano tutte e due», dice, raccontando di improbabili effetti collaterali, e scivolando così nelle teorie no vax. «Poi verranno coperti dai vaccini americani e inglesi. In ultimo quello italiano che amalgamerà tutto l’insieme, quindi – scrive Grillo – io sarò immune e vi consiglio di fare altrettanto fino al Covid2045». Domani, 26 dicembre, il furgone che stamattina è arrivato al Brennero, scortato dalle forze dell’ordine, farà tappa all’Istituto Spallanzani di Roma. Lì, scaricherà il farmaco. Domenica 27, invece, avrà ufficialmente inizio la campagna vaccinale: tra i volontari, medici, infermieri e personale delle Rsa.

Il messaggio prosegue, e si conclude, con i consueti toni sarcastici. «Io ho appena finito di montare un leggero, leggerissimo filo spinato con delle lucine natalizie attorno a casa, attaccato a una corrente, diciamo al fotovoltaico, al mio impianto da 24 volts, quindi non dà delle scariche potenti; ho provato con la 220 ma il mio vicino di casa c’è rimasto attaccato, quindi meglio la 24 o la 12 volts. Ho messo dei sacchetti di sabbia con carta natalizia e qui dentro siamo protetti e ci vogliamo tutti bene, siamo predisposti l’uno verso gli altri».

Leggi anche:

Redazione