Quasi 90 mila casi di Covid-19 tra gli operatori sanitari da inizio pandemia: ecco i dati dell’Iss

di Redazione

Oltre 16 mila solo negli ultimi 30 giorni. Mentre sale a 273 il numero dei medici che hanno perso la vita per il Coronavirus

Sono quasi 90 mila i casi di Coronavirus registrati tra gli operatori sanitari in Italia dall’inizio della pandemia. Secondo quanto rilevano gli ultimi dati della Sorveglianza integrata Covid-19 a cura dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), aggiornati al 27 dicembre, su 2.019.660 casi di contagio da Sars-Cov-2 avvenuti in Italia, 89.879 hanno riguardato gli operatori sanitari, categoria della popolazione su cui sono iniziate, ieri, le prime vaccinazioni nel nostro Paese. Guardando agli ultimi 30 giorni, 413.381 sono stati i casi totali di positività diagnosticati nel nostro Paese, di cui 16.923 tra gli operatori sanitari.


Curva epidemica dei casi di COVID-19 segnalati in Italia per data di prelievo o diagnosi (verde) e per data di inizio dei sintomi (blu)

Secondo altri dati, quelli raccolti dalla Fnomceo e aggiornati al 28 dicembre, sono 273 i medici morti in Italia durante la pandemia. Gli ultimi in ordine di tempo sono Raffaele Antonio Brancadoro, medico ospedaliero in pensione, Leonardo Nargi, ginecologo, e Stefano Simpatico, neurochirurgo. «I nomi dei nostri amici, dei nostri colleghi, messi qui, nero su bianco, fanno un rumore assordante», è il commento del presidente della Fnomceo, Filippo Anelli. «Così come fa rumore il numero degli operatori sanitari contagiati».


Leggi anche: