Le muffole di Bernie Sanders non sono più in vendita

L’insegnante che le aveva regalate al Senatore del Vermont ha scritto su Twitter che le ha terminate

Sandersiani del mondo disperatevi: le muffole non sono più in vendita. Lo ha scritto Jen Ellis, l’insegnante di scuola che qualche anno fa aveva regalato l’indumento al senatore del Vermont durante un evento elettorale. «Grazie per l’interesse che avete mostrato per le muffole di Bernie. Sono davvero contenta che Bernie le abbia indossate il giorno dell’insediamento. Purtroppo, non ho più muffole da vendere». Ci sarebbero però delle valide alternative, scrive Ellis su Twitter: «ci sono un sacco di artigiani che le fanno su Etsy», il nome di una piattaforma di e-commerce americana.


Da quando Bernie Sanders è stato ritratto alla cerimonia d’insediamento di Joe Biden seduto con gambe e mani incrociate con le muffole ben in vista è diventato un meme globale. Ci sono immagini di lui seduto accanto a Darth Vader, nella cabina di pilotaggio di Pete “Maverick” Mitchell dal film Top Gun o nell’ufficio ovale alla scrivania dove adesso siede Joe Biden. Grazie a uno studente della New York University, esiste anche un sito che permette di piazzare la sagoma di Bernie ovunque nel mondo. Come scrive la Cnn, la sagoma di Bernie viene anche venduta su magliette e tazze.

Per Ellis sarebbe stata una opportunità per fare qualche soldo ma, come ha spiegato in un’intervista Jewish Insider, la domanda è semplicemente troppa. «Non c’è modo che io possa fare 6.000 paia di muffole, e ogni volta che entro nella mia e-mail, altre centinaia di persone mi hanno scritto. Odio deludere le persone ma i guanti, sono unici nel loro genere e, a volte in questo mondo, non puoi ottenere tutto quello che vuoi».

Nel frattempo Sanders ha confermato di essere al corrente dei tanti meme su di lui in un’intervista al programma del comico Seth Meyers. «Ero semplicemente seduto lì che cercavo di non prendere freddo e di non perdermi quello che stava accadendo», il commento di Sanders, che ha voluto ringraziare Ellis. In una dichiarazione affidata alla Cnn invece il Senatore ha detto di essere contento che l’episodio sia servito ad evidenziare che nel Vermont «sappiamo fare delle ottime muffole».

Leggi anche: