Crisi di governo, un italiano su due contro il voto anticipato. A favore del Conte ter un leghista su 10

Secondo un sondaggio dell’Istituto Ipsos, il 36% vorrebbe un cambio alla guida dell’esecutivo contro il 40% che auspica la conferma del premier

Il 40% degli italiani vorrebbe che dalla crisi di governo uscisse un Conte ter, mentre il 36% preferirebbe un nuovo presidente del Consiglio. Questo uno dei dati che emergono dal sondaggio realizzato dall’Istituto Ipsos per il Corriere della Sera. Non mancano i sostenitori di Conte tra gli elettori di Forza Italia (34%), Fratelli d’Italia (20%) o Lega (13%). Sull’ipotesi di un ritorno alle urne, quasi un italiano su due (47%) si dichiara contrario al voto, i favorevoli sono il 28% e il 25% è indeciso. I più propensi a un ricorso anticipato al voto sono i sostenitori di Lega (67%) e FdI (52%). Prevalgono i contrari tra le fila di Forza Italia (51%). Quasi due italiani su tre (61%) ritengono che l’attuale situazione sia un ulteriore elemento di preoccupazione che sarebbe stato meglio evitare. Il 23% crede invece che sia un’opportunità per il rilancio del Paese.


Il bilancio sul governo

Secondo il 50% dei cittadini, il governo Conte II ha fatto bene nella gestione della pandemia, contro un 40% che ha invece giudizi negativi a riguardo. Le valutazioni negative superano quelle positive quando si parla invece di gestione della crisi economica (51% contro 38%) e dell’immigrazione (57% contro 30%). Pareri negativi anche per quanto riguarda gli interventi in ambito giudiziario (53% contro 28%).

Leggi anche: