Il Movimento 5 stelle perde pezzi. Emilio Carelli passa al centrodestra e crea il gruppo Popolari italiani

«Annuncio la mia uscita dal Movimento non senza sofferenza interiore», scrive il deputato in una nota. Complice dello strappo «il triste spettacolo della compravendita dei parlamentari»

Era nell’aria da giorni e alla fine, prima ancora di conoscere l’esito delle consultazioni di Roberto Fico, il Movimento 5 stelle ha perso uno dei suoi deputati più rappresentativi: Emilio Carelli lascia il gruppo parlamentare grillino e passa al Misto. «Dico addio a un Movimento che ha perso la sua anima», annuncia. Carelli, contestualmente all’uscita, ha anche lanciato una nuova formazione di centrodestra, “Popolari italiani”, «una casa per tutti i colleghi che intendono lasciare il Movimento ma temono di restare isolati».


Un addio amaro

Il deputato, giornalista e accademico, parla di «sofferenza interiore». La scelta, nonostante i tentativi di mediazione dei big dei 5 stelle, è arrivata «dopo una lunga riflessione e un bilancio di questi quasi tre anni trascorsi in Parlamento, durante i quali ho cercato in tutti i modi di contribuire alla crescita e al benessere del Paese e a realizzare i valori fondativi del M5s nei quali credo e mi riconosco ancora e che continuo a portare nel cuore», spiega Carelli.

L’esperienza nel Movimento si è conclusa con un «bilancio finale non positivo». Poi, il deputato passa all’attacco: «Troppe volte ho assistito a scelte sbagliate che non ho condiviso, persone sbagliate e incompetenti nei posti sbagliati che non ho condiviso. E ogni volta che ho cercato di esprimere il mio parere, di portare un contributo corroborato da oltre 40 anni di esperienza professionale, sono rimasto inascoltato».

Il ruolo della crisi e il passaggio al centrodestra

È lo stesso deputato, passato adesso al gruppo Misto, a chiarire che la sua decisione è maturata anche in seguito alla piega assunta dalla crisi di governo: «Alla mia decisione ha contribuito anche il triste spettacolo di queste ultime settimane con il tentativo di compravendita di singoli parlamentare delle opposizioni o dei gruppi minori al solo fine di garantire la maggioranza, peraltro risicata, a un governo che i voti non aveva più, ma anche l’inadeguatezza del piano di attuazione del Recovery fund».

Carelli non rinnega il passato nel Movimento che, dice, «ha rappresentato per me un sogno bellissimo al quale avrei voluto seguisse la realtà. Purtroppo non è stato così». Il deputato, insieme all’uscita dal gruppo 5 stelle, annuncia anche il lancio di una nuova formazione politica, “Centro – Popolari italiani”, per accogliere altre possibili fuoriuscite dal Movimento: «Sarà una componente moderata, di centrodestra, che vuole rappresentare il primo passo verso la costituzione di un nuovo gruppo parlamentare che vorrei in sintonia col Ppe».

Leggi anche: