«Quella volta che Draghi dormì e il suo lenzuolo diventò sacro»: picco di sentiment positivo per il nuovo premier sui social

«Quella volta che Draghi ritrovò il centro di gravità permanente e lo restituì a Battiato» è solo uno dei tantissimi tweet pro Draghi

Mario Draghi meglio di Chuck Norris. Se l’indice di gradimento di un nuovo leader politico si misurasse con la quantità di meme e freddure presenti in rete, allora Mario Draghi finora ha riscosso un grandissimo successo di pubblico. Noto per le sue abilità di economista e di problem solver, nelle ultime ore sul web è partita la gara a chi inventa le battute migliori. Molte ricordano quelle dedicate già in passato all’attore Chuck Norris, interprete negli anni ’90 del ranger Cordell Walker.


Su Twitter è spuntato addirittura l’hashtag #quellavoltecheDraghi. «Quella volta che Draghi ritrovò il centro di gravità permanente e lo restituì a Battiato», scrive un utente. «Quella volta che Draghi mise una moneta da un euro nel carrello e all’uscita ci trovò una banconota da cento». «Quella volta che Draghi dormì e il suo lenzuolo diventò sacro», scrivono altri. E ancora: «Quella volta che Draghi morse una mela e nacque Apple», «Quella volta che Draghi fece spazio a Jack sulla zattera». Ah se ci fosse stato lui sul Titanic.

Dipinto come un onnipotente con i poteri speciali, a giudicare dalle centinaia di post pubblicati da questa mattina, sembra di capire che Draghi stia tutto sommato simpatico. E le consultazioni sono appena cominciate.

Leggi anche: