Calcio, è morto l’ex difensore dell’Inter Mauro Bellugi

Oltre alla casacca nerazzurra, il giocatore aveva indossato anche le maglie di Bologna, Napoli e Pistoiese

È morto a 71 anni l’ex calciatore della Serie A e della Nazionale italiana Mauro Bellugi, noto per essere stato difensore dell’Inter negli anni Settanta. Oltre agli anni neroazzurri, Bellugi ha vestito anche con la maglia del Bologna, del Napoli e della Pistoiese, mentre in Nazionale ha collezionato 32 presenze. Bellugi era stato ricoverato all’ospedale Niguarda di Milano lo scorso novembre per problemi legati all’anemia mediterranea, e al contempo era risultato positivo al Coronavirus. Nei giorni successivi al ricovero gli erano state amputate entrambe le gambe a causa di una trombosi legata al peggioramento delle sue condizioni di salute.


Bellugi, negli anni passati nell’Inter (con cui vinse il campionato del 1971), segnò un solo gol. Ricordando quei tempi, dopo l’amputazione delle gambe, Bellugi dichiarò: «Hanno persino tagliato la gamba con la quale ho segnato contro il Borussia. Moratti vuole prendermi le protesi». Dopo aver chiuso con la propria carriera calcistica e dopo una breve parentesi da allenatore, Bellugi si dedicò al giornalismo sportivo. Malgrado il drammatico intervento, inizialmente le condizioni di salute di Bellugi sembravano in via di miglioramento. Nelle ultime settimane sono tuttavia fortemente peggiorate, facendo insorgere serie complicanze rivelatesi fatali.

Leggi anche: