Vaccinate 1,3 milioni di persone in Italia, usato finora il 73% delle dosi distribuite alle Regioni

In un giorno sono state 116.357 le dosi somministrate in tutta Italia. La Valle d’Aosta è la Regione che ha impiegato più dosi rispetto a quelle consegnate

Le dosi di vaccini contro il Coronavirus somministrate in Italia al 24 febbraio sono 3.798.782 su un totale di dosi consegnate alle regioni di 5.198.860, cioè il 73,1% secondo il Report del ministero della Salute. Gli italiani immunizzati con la seconda dose sono invece 1.348.819. Le somministrazioni sono state 2.359.273 per le donne, mentre per gli uomini sono state 1.439.509.


In questa fase della campagna di vaccinazioni, gli operatori sanitari e sociosanitari che hanno ricevuto almeno una dose sono 2.259.974, gli addetti del personale non sanitario sono 666.526, mentre gli ospiti vaccinati nella Rsa sono 380.268. Cresce la quota di over 80 che hanno ricevuto la prima dose, ora a quota 388.729. Nelle forze armate sono state invece somministrate 40.177 dosi, mentre al personale scolastico sono state 63.108.

I vaccini maggiormente distribuiti alle Regioni sono al momento quelli di Pfizer-BioNTech con 3.905.460 dosi, seguiti da quelli di AstraZeneca con 1.048.800 dosi e infine Moderna con 244.600 dosi. La Valle d’Aosta guida la classifica delle Regioni che hanno somministrato il maggior numero di dosi consegnate con il 94,3%, seguita dalla provincia di Bolzano con l’89,1% e la Toscana con l’84,8%.

Leggi anche: