Maradona, i 5 figli riconosciuti sono gli unici eredi. Per ora

Secondo la decisione della giudice di La Plata, potrebbero aggiungersi altri figli eventualmente riconosciuti per via giudiziaria

I cinque figli riconosciuti di Diego Armando Maradona sono gli unici eredi dell’eredità del Pibe de Oro. A stabilirlo è stato un tribunale argentino. Il primo erede è quindi Diego Junior, classe 1986, nato a Napoli da una relazione della stella del calcio con Cristina Sinagra e anche lui ex calciatore. Inizialmente Diego Junior non era stato riconosciuto, ha cambiato il cognome in Maradona dopo che un tribunale ha dichiarato ufficialmente la paternità nel 1993. Gli altri sono Dalma (32 anni) e Giannina (30 anni), nate dal matrimonio con Claudia Villafañe e che, insieme alla mamma, rischiavano di restare fuori dalla partita, la figlia di Valeria Sabalain, Jana (23 anni) e Diego Fernando, 8 anni, nato dalla relazione con Veronica Ojeda.


La novità viene dalla decisione della giudice civile e commerciale di La Plata, Luciana Tedesco del Rivero: ha riconosciuto la paternità di ognuno dei cinque. Il punto è che, rispetto a quanto ricostruisce il quotidiano argentino Ambito Financiero, il “parco” eredi del Pibe de Oro potrebbe ampliarsi, ove mai si presentassero ulteriori figli e figlie non riconosciuti ma la cui paternità dovesse poi essere provata per via giudiziaria. A bussare alla porta sono Santiago Lara, che sarebbe nato dalla relazione di Maradona con la modella Natalia Garat, e Magali Gil, 25 anni, l’altra presunta figlia del campione: entrambi hanno fatto causa per provarne la paternità e potrebbero quindi aggiungersi ai primi cinque. E ci sono altri tre nomi di presunta prole del Diez, risalenti al periodo in cui Maradona volò a Cuba e figli di due mamme differenti: Joana, oggi 25 anni, e i gemelli Lu e Javielito.


La vicenda giudiziaria

Mentre in questi giorni viene messa all’asta la Porsche 911 Type 964 Carrera 2 “Works Turbo Look” Cabriolet comprata dal campione nella stagione spagnola del ‘92, con la decisione odierna sembra che venga messo un punto alla lite giudiziaria sul patrimonio di Maradona. A litigare sono stati finora figli, figlie, relative madri ma anche l’avvocato Matías Morla, amministratore e legale che controllava gli affari del campione dal 2021 attraverso la società Sattvica SA. La guerra in corso ha visto contrapporsi soprattutto Dalma e Giannina che, nei giorni scorsi, hanno chiesto al legale dettagli sul suo contratto con l’atleta, compresi i suoi compensi e le mansioni svolte. E non solo. I parenti vogliono chiarire anche i termini dei contratti stipulati con la cerchia di persone con cui Maradona ha vissuto negli ultimi anni, tra cui la sorella del legale Vanesa Morla e il cognato Christian Pomargo.

In copertina ANSA/CIRO FUSCO | Il gigantesco murale dedicato a Diego Armando Maradona vicino Napoli, 27 febbraio 2021.

Leggi anche: