America’s Cup, Luna Rossa risponde a New Zealand: la prima giornata di finale si chiude sull’1-1 – Il video

Pareggio con i Kiwi, dopo una seconda regata di grande livello. Bruni: «Felice per le performance, ma vogliamo di più perché abbiamo una grande occasione»

Buona la prima per Luna Rossa ad Auckland. Dopo aver superato gli inglesi di Ineos, nel primo appuntamento della 36esima America’s Cup, il team italiano con al timone Francesco “Checco” Bruni, è infatti sull’1-1 con Team New Zealand. Dopo aver perso la prima regata, gli italiani hanno approcciato la seconda parte di gara conquistando un vantaggio importante grazie a una partenza vicina alla perfezione. I Kiwi hanno tentato la rimonta, ma al traguardo sono 7 i secondi che li separano da Luna Rossa. «Ci arrivano tanti messaggi di italiani felici. Lo siamo anche noi, però non siamo soddisfatti, vogliamo di più», ha detto lo stesso Bruni in conferenza stampa dopo la gara. «Sono felice per come sono andate le prime regate, per la performance della barca, ma non dobbiamo perdere tempo pensando alle emozioni, e rimanere concentrati sulle prossime regate perché abbiamo una grande occasione».


La prima manche

Nella prima regata, dopo l’inizio ravvicinato tra le barche di 22,7 metri, Luna Rossa ha cambiato rotta per evitare il sopravvento dei neozelandesi: una posizione che secondo i giudici non era da penalizzare. Poi supremazia in velocità dei Kiwi: 14 secondi ai primi sei cancelli; 23 al lato di poppa nel primo terzo di gara. In conclusione di prima regata, il risultato parla chiaro: 240 metri di ritardo per 19 secondi al Gate 3; 31 secondi alla quinta boa.

La seconda manche

La seconda tornata è stata diversa, anche per gli aspetti meteorologici. I venti incostanti, hanno preparato Luna Rossa a una rivincita di valore. Già alla pre-partenza, Bruni e Spithill mettono la prua della loro imbarcazione di fronte a quella a quella neozelandese, uscendo con una velocità di 32 nodi contri 26. Che significano i 13 secondi alla prima boa e 300 metri di distacco. Luna Rossa mantiene così i 12 secondi di vantaggio al terzo dei sei lati, il migliore degli italiani che riescono a staccare Team New Zealand di oltre 400 metri in quel tratto.

Al quinto lato, però, si rischia la retta a forbice, con Luna Rossa che si mette tutta sulla destra e New Zealand sulla sinistra, facendo recuperare fino a 140 metri il distacco tra le due barche. Nell’ultimo lato, Luna Rossa riesce tuttavia a mantenere il vantaggio, vincendo dopo 21 anni da quel 5-0 contro Black Magic, primo punto dell’equipaggio contro i neozelandese nella America’s Cup.

Video: YouTube/America’sCup

Leggi anche: