Stop AstraZeneca, la raccomandazione dell’Oms: «I benefici superano i rischi, la campagna vaccinale deve continuare»

Il numero di eventi gravi verificatisi a seguito di vaccini contro il Covid «è stato estremamente basso rispetto ai milioni di vaccinati», chiarisce l’Organizzazione mondiale della sanità

Gli esperti dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) stanno ancora valutando gli ultimi dati sulla sicurezza del vaccino contro il Coronavirus prodotto da AstraZeneca – la cui somministrazione è stata fermata per qualche giorno in alcuni Paesi dell’Ue per presunti effetti collaterali – ma ritengono che al momento «i benefici superino i suoi rischi e raccomanda di continuare le vaccinazioni». La notizia è stata resa ufficiale in un comunicato dell’Agenzia dell’Onu. In queste ore l’Oms e l’Ema stanno esaminando i dati sui casi di coaguli del sangue in persone che erano state vaccinate con AstraZeneca.


Alla fine della settimana è attesa una relazione finale che spieghi «se alcune o tutte le condizioni erano legate alla vaccinazione o provocate da altri fattori causali». Oms Europa ha poi ribadito che «il numero di eventi gravi verificatisi a seguito di vaccini contro il Covid-19 è stato estremamente basso rispetto ai milioni di vaccinati. È importante che le campagne di vaccinazione continuino, per prevenire gravi malattie». Per quanto riguarda invece il vaccino di Johnson & Johnson, l’Oms cerca di fare chiarezza e ribadisce che è consigliato anche nei Paesi in cui stanno circolando le diverse varianti del Covid.

Leggi anche: