Covid, il sit-in degli studenti delle scuole d’arte per la riapertura in sicurezza degli istituti – Il video

L’iniziativa ha coinvolto centinaia di ragazzi che frequentano i luoghi d’eccellenza della formazione artistica di Milano

Una manifestazione per chiedere la riapertura dei centri di formazione artistica e delle accademie, perché «l’arte non è un gioco», soprattutto al tempo del Coronavirus. Questo il motivo del sit-in che, oggi 25 marzo, ha raccolto l’adesione di centinaia di studenti provenienti da università e luoghi d’eccellenza di Milano, come l’Accademia di Brera, il Conservatorio e le Scuole Civiche. La protesta, organizzata dal Csa Calliope, si è tenuta davanti a uno dei luoghi simbolo della cultura cittadina, il Teatro alla Scala, per ribadire le difficoltà legate alla dad per chi, come loro, è impegnato in un percorso nelle arti performative, nella scultura e nella pittura.


«Mi vorrei laureare, ma sto aspettando di farlo da un anno. E nel frattempo non ho uno spazio dove lavorare», ha raccontato una studentessa di scultura, «Ho la necessità di andare in accademia, e non solo perché pago le tasse per poterlo fare e un affitto per rimanere qui. Lavorare il marmo in casa è impossibile perché rumoroso: necessita di strumenti specifici. Ma evidentemente», ha concluso la ragazza durante lo svolgimento di laboratori all’aperto organizzati per l’occasione, «la cultura non è una priorità».

Video: Ansa

Leggi anche: